#ShortForm – 3 • Gli spazi del fandom. “Sherlock”

#ShortForm • La rubrica, curata da Nicolò Villani, sulla serialità televisiva. 3ª puntata. “Sherlock”,  di Steven Moffat e Mark Gatiss. Clicca qui per scoprire tutti gli articoli.


Come si è detto negli scorsi articoli, la tendenza delle serie cosiddette quality è di abbandonare l’episodicità per prediligere un racconto unico arbitrariamente frammentato, dando spazio alla continuità temporale piuttosto che agli iati creati dal formato antologico.

Una fortunata eccezione di serie quality che vede far proprio il formato a episodi per creare una narrazione che trova forza nei ritagli di tempo è Sherlock (BBC; 2010 – in corso), che, come l’originale letterario da cui prende spunto, crea una particolarissima elasticità temporale, altra caratteristica che tenteremo di attribuire a quella che abbiamo definito “archeologia narrativa”.


Clicca qui per continuare a leggere l’articolo.

L’articolo è stato pubblicato il 2 luglio 2018 sul sito http://inchiostro.unipv.it/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...