Nicolas Cage – Tre film per un grande attore

Riproduzione riservata / ©Birdmen Magazine
Pubblicato da

Stefano Bresciani

Redattore e gestore dei canali social, dove molti mi conoscono con un importante cognome giapponese. Studio gestione delle risorse umane a Milano, sono laureato in filosofia a Pavia ma originario di Bergamo. Il cinema è la mia grande passione.

Cos'è Birdmen Magazine?

Birdmen Magazine nasce nel 2015 da un gruppo di studenti dell’Università di Pavia, spinti dalla volontà di raccontare e indagare il cinema, le serie e il teatro. Oggi è una rivista indipendentetestata giornalistica dal 2018 – con una redazione diffusa e una sede anche nella città di Bologna.

Aiutaci a sostenere il progetto e ottieni gli esclusivi contenuti Birdmen Premium, tra cui le nostre masterclass mensili: associati a Birdmen Magazine – APS, l’associazione della rivista. I soci 2021 ricevono a casa anche Futuro, il nostro ottavo numero cartaceo!

  • […] Nella maniera personalissima in cui l’autore scrive emerge innanzitutto la labirintica intersezione delle vicende, che si schiudono fantasticamente come delle matrioske impazzite: Confessions of a Dangerous Mind (George Clooney, 2002) e Adaptation. (Spike Jonze, 2002) sono i due esempi più emblematici di questa incessante forza narrativa. Nel caso di Adaptation. la narrazione hyperlink alimenta, oltre che il tema del doppio, anche una riflessione sul ruolo dello sceneggiatore nella scena americana. Durante la visione diventiamo partecipanti passivi della creazione stessa del film, spettatori privilegiati di una vicenda in corso d’opera e in continua evoluzione grazie alla mano di Kaufman/Cage (di cui ricordiamo la magistrale interpretazione in Nicolas Cage – Tre film per un grande attore). […]

  • Rispondi