Maid – La perseveranza di un amore

Riproduzione riservata / ©Birdmen Magazine
Pubblicato da

Vittoria Poggi

Classe 1998, studentessa di Scritture e Progetti per le Arti Visive e Performative all'Università di Pavia. Disposta a raccogliere briciole di creatività in ogni angolo di mondo, curiosa per natura e della natura, sognatrice. La scrittura è il minimo comune denominatore per ogni grande progetto.

Cos'è Birdmen Magazine?

Dal 2015 Birdmen Magazine raccoglie le voci di cento giovani da tutta Italia: una rivista indipendente no profit – testata giornalistica registrata – votata al cinema, alle serie e al teatro (e a tutte le declinazioni dell’audiovisivo). Oltre alle edizioni cartacee annuali, cura progetti e collaborazioni con festival e istituzioni. Birdmen Magazine ha una redazione diffusa: le sedi principali sono a Pavia e Bologna

Associati a Birdmen MagazineAPS, lassociazione della rivista. Aiutaci a sostenere il progetto e ottieni i contenuti Birdmen Premium, tra cui le nostre masterclass online. I soci 2022 riceveranno a casa anche Brucia tutto, il nostro nuovo numero cartaceo annuale

  • […] Tratto dal memoir di Stephanie Land divenuto un best seller in America, Maid racconta la storia di una giovane ragazza madre che, fuggita dal marito alcolizzato e violento, diventa una colf sfruttata e sottopagata che si barcamena tra sussidi statali, edilizia pubblica e una burocrazia insensata e opprimente. Ambientata in un’America lacerata dalle differenze sociali, dove magnifiche ville con piscine e idromassaggio coesistono con interi quartieri fatti di case mobili decadenti, la serie creata da Molly Smith Metzler pone l’attenzione su un tema spesso poco rappresentato nel panorama seriale, quello della povertà e delle conseguenze che la mancanza di denaro provoca nella vita di tutti i giorni – e qui la serie è estremamente realistica – ma anche e soprattutto nella percezione che il resto della società ha di chi ne è privo. Lo sguardo della serie sulla sua eroina, che lotta tenacemente per offrire alla figlia un futuro migliore, è impietoso e allo stesso tempo molto ironico, senza mai scadere nel facile melodramma o nel pietismo, ma riuscendo perfino a strapparci un sorriso. Sorprendente Margaret Qualley, nella parte della protagonista, che qui recita accanto alla vera madre, Andie MacDowell. Giorgia Giulia Gamberini.La nostra recensione qui. […]

  • Rispondi