The Repetition di Milo Rau – Il reenactment e l’etica del sesto atto

Riproduzione riservata / ©Birdmen Magazine
Pubblicato da

Silvia Mazzei

Caporedattrice di Birdmen Magazine, laureata in Filologia Moderna - Scienze della Letteratura, del Teatro, del Cinema all'Università di Pavia con una tesi sulla memoria dello spettatore come archivio dell'esperienza teatrale. Nata a Prato e fuoriluogo ovunque, è costantemente affamata di storie, immagini e carboidrati.

Cos'è Birdmen Magazine?

Dal 2015 Birdmen Magazine raccoglie le voci di cento giovani da tutta Italia: una rivista indipendente no profit – testata giornalistica registrata – votata al cinema, alle serie e al teatro (e a tutte le declinazioni dell’audiovisivo). Oltre alle edizioni cartacee annuali, cura progetti e collaborazioni con festival e istituzioni. Birdmen Magazine ha una redazione diffusa: le sedi principali sono a Pavia e Bologna

Aiutaci a sostenere il progetto e ottieni i contenuti Birdmen Premium. Associati a Birdmen MagazineAPS, lassociazione della rivista

  • […] Agli occhi del pubblico appare quindi un quadro che incarna perfettamente il Manifesto di Gent (2018): in Grief and Beauty si recita in più lingue, non tutti gli interpreti sono professionisti, sul palco sono rappresentati generi, etnie ed età diverse e il tutto (compresi luci e suoni) ambisce a essere reale più che realistico in continuità con la produzione di Milo Rau. […]

  • Rispondi