Strappare lungo i bordi – Zerocalcare e gli assunti traballanti della vita

Riproduzione riservata / ©Birdmen Magazine
Pubblicato da

Maria Francesca Mortati

Classe 1997. Laureata in DAMS presso l'Università di Bologna.

Cos'è Birdmen Magazine?

Birdmen Magazine nasce nel 2015 da un gruppo di studenti dell’Università di Pavia, spinti dalla volontà di indagare e raccontare il cinema, le serie e il teatro. Oggi è una rivista indipendente – testata giornalistica dal 2018 – con una redazione diffusa: le sedi principali sono a Pavia e Bologna.

Aiutaci a sostenere il progetto e ottieni i contenuti Birdmen Premium, tra cui le nostre masterclass online: associati a Birdmen Magazine – APS, l’associazione della rivista. I soci 2022 riceveranno a casa anche il nostro nuovo numero cartaceo annuale.

  • […] Strappare lungo i bordi è il primo disco con la major di una band indipendente dura e pura che ha riempito per anni i locali di periferia. Ed è un gran bel disco. Di Michele Rech Zerocalcare la cosa più interessante resta sempre lo sguardo: come vede le cose, come le rielabora e come ce le restituisce. L’Espresso non molto tempo fa gli ha pure dedicato una copertina definendolo L’ultimo degli intellettuali italiani. Non era scontato il passaggio dal fumetto all’animazione senza perdite: il passo sembra breve, ma si tratta di un gran bel salto. E non lo era nemmeno quello dalla comfort zone della nicchia di certe trasmissioni televisive o dei fumetti a quello dei device e delle smart tv di tutta Italia. Zerocalcare – attorniato da un gruppo di professionisti di altissimo livello – è in grado di adattarsi al nuovo contesto senza perdere di sapidità, utilizzando il nuovo linguaggio per riproporre semplicemente ciò che lo rende lui. La chitarra resta distorta, per intenderci, anche se disegna un ritmo leggermente meno sincopato. La sua personale cifra comica, che potremmo definire un nichilismo idealista romantico, si scatena nel corso di tutta la serie: sono già diverse le battute entrate prepotentemente nell’immaginario collettivo e nella memetica internettiana. La risata però è sempre accompagnata da un contrappunto di sofferenza, come a ricordarci che la vita è così: un’eterna dialettica tra lo strappare lungo i bordi, cercando di seguire il percorso stabilito, e le spinte del mondo esterno che ti portano fuori rotta e che però non sono necessariamente sempre un male. Gianni Pigato. Leggi la nostra recensione qui. […]

  • Rispondi