Nocturama: le jour de gloire est arrivé

È difficile riuscire a incasellare in un genere l’ultima fatica del regista francese Bertrand Bonello. È questa una delle ambiguità di Nocturama, film che si colloca a metà strada tra il thriller, il dramma psicologico e – oserei dire – il film di denuncia.

Non bisogna, per prima cosa, farsi indispettire dai nove minuti iniziali, completamente privi di dialoghi e di un filo logico, perché siamo di fronte a un’opera che fermenta lentamente, dall’atipica (ma non sconosciuta, come vedremo) struttura a puzzle.


Clicca qui per continuare a leggere l’articolo.

L’articolo è stato pubblicato il 24 novembre 2017 sul sito http://inchiostro.unipv.it/

 

Annunci

Rispondi