“Ho ucciso mia madre”: lo sfrontato debutto di Xavier Dolan

di Gianmarco Gronchi

All’età di diciannove anni il regista canadese Xavier Dolan ha debuttato sul grande schermo e l’ha fatto senza davvero nessun timore reverenziale. Con il suo primo film, dal titolo shock J’ai tué ma mére (Ho ucciso mia madre), difatti, ha impressionato la giuria del Festival del Cinema di Cannes, portando a casa ben tre premi, tra cui il Prix Regards Jeune.

Il film, in parte autobiografico e scritto quando il regista aveva solo sedici anni, mette in scena la lotta per la propria indipendenza di Hubert, adolescente omosessuale interpretato da Dolan stesso, che vive un rapporto estremamente conflittuale con la madre, Chantale (Anne Dorval), dopo che questa si è separata dal padre del ragazzo.

In apparenza è la storia di un dramma familiare già visto e rivisitato da altri ma presentato invece da Dolan con freschezza e brillantezza.


Clicca qui per continuare a leggere l’articolo.

L’articolo è stato pubblicato il 2 ottobre 2017 sul sito http://inchiostro.unipv.it/

Annunci

Rispondi