ANTEPRIMA: Narcos, la terza stagione

Abbiamo guardato in anteprima le prime quattro puntate della terza stagione di Narcos.

La paura più grande è stata disattesa: senza Wagner Moura (Pablo Escobar), può funzionare, e anche bene.

Abbiamo visto in anteprima le prime quattro puntate di Narcos, la terza stagione attesissima, pure con grande preoccupazione. La dipartita di Wagner Moura nel grasso e sdraiato Pablo Escobar (prevedibilissima per via di quella grande entità spoilerante quale la Storia) ha difatti indotto a più di qualche perplessità. Partiamo dalla questione più importante: Tu Yo sarà ancora la canzone d’entrata? E saranno ancora le scene da mocumentary a fare da sfondo alle note latino-americane? Ci sarà ancora la macchina infuocata a conclusione, con quel suo scoppiettio familiarissimo da caminetto e tazza di tè? Sì (grazie a Dio), sì e no. Nel senso che non skipperete neppure questa volta la sigla, che cercherete di carpire il più possibile da quel quasi servizio da telegiornale e che la macchina esplosa delle prime due stagioni scompare: i più attenti ricorderanno che l’immagine ricorrente in fondo ha richiamato un punto narrativo centrale della serie e si pensa che, nuovamente, il nuovo frame serva a richiamare un luogo del season finale: una montagna di soldi brucia incessante.


Clicca qui per continuare a leggere l’articolo.

L’articolo è stato pubblicato il 25 agosto 2017 sul sito http://inchiostro.unipv.it/

Annunci
Posted In,

1 Comment

Rispondi