Guardiani della Galassia è lo Star Wars di questa generazione?

Nel suo libro Il mondo secondo Star Wars Cass Sunstein afferma che “Star Wars è come la Gioconda di Leonardo – famosissima e di indiscutibile bellezza, ma beneficiaria di una norma culturale (<<questo lo devi vedere>>) che era lontana dall’essere inevitabile”. Chissà se tra trent’anni si potrà dire la stessa cosa dei Guardiani della Galassia di James Gunn. Quello che è certo è che la saga con protagonisti Star Lord, Rocket Raccoon e soci sta ricevendo un consenso di critica e pubblico straordinario e c’è già chi parla di instant cult. Un destino non troppo dissimile da quello della saga cosmica per antonomasia di George Lucas, che a cavallo tra gli anni ’70 e ’80 marchiò a fuoco (di spada laser) non solo il destino della famiglia Skywalker, ma anche quello di un’intera generazione di spettatori, tra i quali, è verosimile pensare ci fosse anche un giovane James Gunn. Personaggi carismatici, scenografie mozzafiato, battute memorabili, effetti visivi all’avanguardia e forse anche quella fortunata “norma culturale” di cui sopra. Proviamo a confrontare le due saghe nel dettaglio.

Clicca qui per continuare a leggere l’articolo.

L’articolo è stato pubblicato l’11 maggio 2017 sul sito http://inchiostro.unipv.it/

Annunci

Rispondi