Anticipazioni su “La verité”, film d’apertura di Venezia 76

Riproduzione riservata / ©Birdmen Magazine
Pubblicato da

Laura Casciaro

Ho 23 anni, mi sono laureata in Dams Cinema a Bologna. Ora vivo a Roma e mi sto specializzando in Cinema e Arti Digitali alla Sapienza. Faccio parte di una compagnia teatrale romana a vocazione comica.

Cos'è Birdmen Magazine?

Birdmen Magazine nasce nel 2015 da un gruppo di studenti dell’Università di Pavia, spinti dalla volontà di raccontare e indagare il cinema, le serie e il teatro. Oggi è una rivista indipendentetestata giornalistica dal 2018 – con una sede anche nella città di Bologna.

Aiutaci a sostenere il progetto e ottieni gli esclusivi contenuti #BirdmenPremium, tra cui le nostre masterclass mensili: associati a Birdmen Magazine – APS, l’associazione della rivista. I soci 2021 riceveranno a casa anche il nostro nuovo numero cartaceo annuale!

  • […] La Vérité – per citare il titolo di un altro film in concorso alla 76esima Mostra del Festival di Venezia – nel cinema di Polanski è un orizzonte evanescente. Totalmente inaccessibile o opacizzata dalla caligine del dubbio, il percorso che sembra condurvi si rivela spesso un beffardo cul de sac. Ne L’ufficiale e la spia però non si tratta più di ragionare sull’indecidibilità tra vero e falso, come accadeva ancora nel precedente Quello che non so di lei, quanto di operare uno scarto da tale prospettiva e un suo ribaltamento. La verità dell’affaire Dreyfus è flagranza storica, dato noto sia allo spettatore sia al colonnello Georges Picquart (Jean Dujardin), che riaprì il processo contro il capitano ebreo Alfred Dreyfus (Louis Garrel), accusato nella Parigi antisemita del 1894 di aver fornito segreti militari ai nemici tedeschi. L’impresa di Picquart dunque non sta tanto nello svelare la macchinazione ai danni di Dreyfus, quanto semmai nel conferire alla verità accertata valore di realtà effettiva agli occhi ostili del tribunale militare, dello Stato e dell’opinione pubblica. L’ultimo film di Polanski sonda così l’intercapedine che separa la ricerca della verità dal suo riconoscimento ufficiale (giustizia), la mera falsificazione dalle logiche della post-verità. […]

  • Rispondi