“Santa Clarita Diet” e “3 %”: poi parleremo di “Westworld”

Anzi. Facciamolo prima: dove abbiano scovato le perle di non-saggezza per l’ultima puntata di Westworld non si saprà mai. Un coacervo di filosofia spicciola e colpi di scena a lungo annunciati rendono l’ora e mezza della 2×10 un parto naturale. Eccoci Bernard(Jeffrey Wright) – a conoscenza di addirittura due o tre espressioni in meno di Ryan Gosling – che nel suo lungamente travagliare si concede anche a pause riflessive monologanti (o dialoganti?) che niente, davvero niente, hanno da spartire con la pur semplicistica ma fresca filosofia della prima stagione. Perché il sistema solidissimo, più o meno, della season one, preso a piene mani da J. Janes (La mente bicamerale e l’origine della coscienza), è ora invece disarticolato in frasi quali L’uomo è libero veramente?, oh quanto è ingenuo l’uomocrede di essere così complesso e bla bla. Per non parlare della supercattivissima bionda. Ad ogni modo, è a me impossibile parlare bene di Westworld 2in questo momento, investito da una delusione premeditata… eppure le 2×4, x6 e x7 avrebbero avuto tanto da dire! Ma niente più, nell’attesa che mi si raffreddi il core vorrei parlarvi di due serie televisive, 3 % e Santa Clarita Diet.


Clicca qui per continuare a leggere l’articolo.

L’articolo è stato pubblicato il 4 luglio 2018 sul sito http://inchiostro.unipv.it/

Annunci

1 Comment

Rispondi