Stranger Things 2 non continua ma si sdoppia

Nei videogiochi si chiama backtracking (letteralmente controllo a ritroso) il meccanismo che costringe il giocatore a ripercorrere un livello già fatto ma al contrario. Chi gioca molto ai videogiochi sa bene che la differenza tra un gioco ben fatto e uno noioso è proprio la riuscita di tale meccanismo. Se infatti il giocatore, ripercorrendo un livello già fatto riesce comunque a sorprendersi e a scoprire qualcosa che prima non aveva visto, sarà soddisfatto di un gioco che, mantenendo pressoché inalterati l’ambientazione e il contesto, saprà ancora ripetutamente stupire. A visione conclusa della seconda stagione di Stranger Things due cose possiamo affermare con certezza: la prima è che la serie riconferma, pur non senza sbavature, l’ottimo livello qualitativo della prima; la seconda che i fratelli Duffer hanno giocato a tantissimi videogiochi e di quelli belli.


Clicca qui per continuare a leggere l’articolo.

L’articolo è stato pubblicato il 4 novembre 2017 sul sito http://inchiostro.unipv.it/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...