Del Toro, cronaca di un trionfo non annunciato

“I believe in monsters”: Guillermo del Toro ci crede davvero nei mostri, e basterebbe un veloce sguardo alla sua filmografia per capirlo. Persino uno come lui però è sembrato intimorito nel tenere tra le mani una creatura forse meno spaventosa, ma senza dubbio particolarmente preziosa come il Leone d’oro vinto nell’ultima edizione del Festival del Cinema di Venezia. Un trionfo inaspettato e sorprendente per il cinquantatreenne regista di Guadalajara, il coronamento di una vita intera vissuta all’insegna di un’idea del cinema che proprio la pellicola presentata al Lido, The Shape of Water, improbabile love story tra una donna muta e un orribile essere acquatico creato in laboratorio (chiaro omaggio a Il mostro della laguna nera di Jack Arnold) sullo sfondo della Guerra Fredda, racchiude al meglio. Un risultato che non può che rappresentare una piccola grande rivoluzione sia per il festival che per l’intero panorama cinematografico mondiale: mai infatti un premio di questo tipo era stato assegnato ad un prodotto così mainstream e per giunta di genere fantasy, insieme all’horror una categoria da sempre guardata con diffidenza e bistrattata in certi circuiti d’élite. Di ciò va dato certamente grande merito all’estro del direttore della mostra Alberto Barbera e al coraggio della giuria presieduta da Annette Bening se d’ora in avanti si potrà parlare di un prima e di un dopo la clamorosa vittoria di del Toro a Venezia 74.


Clicca qui per continuare a leggere l’articolo

L’articolo è stato pubblicato il 28 settembre 2017 sul sito http://inchiostro.unipv.it/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...