#PFF17 • Touch

Per quest’edizione, Birdmen è media-partner del Pentedattilo film Festival, il festival internazionale di cortometraggi che si svolge a Pentedattilo (Reggio Calabria) dal 7 all’11 dicembre. Ecco le nostre recensioni in anteprima. La Redazione, inoltre, assegnerà il Premio speciale Birdmen al miglior cortometraggio d’animazione e al miglior cortometraggio live action.

____________________

Se consideriamo che il Cinema fa leva principalmente su due sensi, vista e udito, chiamare un film “Touch” è già di per sé una scelta azzardata e coraggiosa. Eppure nei suoi abbondanti 15 minuti di durata Noel Harris riesce a confezionare una storia tanto semplice quanto sorprendente che grazie alle brillanti intuizioni di regia e scrittura riesce a trasmettere allo spettatore qualcosa di più della semplice audiovisione.

È un Canada inedito e atipico quello che il film sceglie di raccontare, lontano dai paesaggi spettacolari e dalle scenografie naturali che documentari e riviste ci hanno abituato. Stretta dalla morsa della povertà una famiglia si vede costretta a compiere delle scelte drastiche e dei sacrifici importanti, ma sarà proprio a causa di queste condizioni precarie che Connie (un’intensa Krystin Pellerin) e Paul (un Darryl Hopkins mono espressivo eppure mai monotono) riscopriranno l’importanza della fiducia reciproca e dei legami famigliari. Ne risulta una storia sorprendentemente prevedibile nel suo svolgimento e prevedibilmente sorprendente nel finale. Il grande merito di Touch infatti non è quello di raccontare una realtà sconosciuta ai più ma quella di sfruttare gli snodi tipici di queste vicende per trasmettere anche allo spettatore più smaliziato l’importanza dei piccoli gesti e delle grandi scelte.


Clicca qui per continuare a leggere l’articolo.

L’articolo è stato pubblicato il 12 dicembre 2017 sul sito http://inchiostro.unipv.it/

Annunci

Rispondi