I 3 elefanti che hanno cambiato il Cinema

La Storia del Cinema è fatta di grandi tappe, di momenti cruciali che, a partire dal lontano 1895, ne hanno cambiato per sempre il corso, come l’avvento del sonoro, lo sviluppo della pellicola a colori, la prima proiezione in 3D. Ma ci sono eventi, forse apparentemente meno cruciali, che hanno ugualmente arricchito e rivoluzionato il mondo del Cinema o, più precisamente, dell’audiovisivo. È curioso come alcuni di questi avvenimenti epocali abbiano avuto come protagonista un elefante, un animale grande, gentile, tranquillo, e per questo, forse, adatto a stare al centro di una scena (suo malgrado). Seguiamo questo animale, dalle apparenti manie di protagonismo, nel suo percorso dalle origini del Cinema alla nascita di Youtube, attraversando 102 anni di Storia.

Topsy – Triste storia di un elefante condannato a morte

È il 1903, Edwin Stanton Porter e Jacob Blair Smith (ammesso che fossero presenti entrambi, cosa non certa) si trovano a Coney Island per conto della Edison Manufacturing Company, gravati dal duro compito di riprendere l’esecuzione pubblica di Topsy, un elefante femmina colpevole di aver ucciso tre inservienti del circo in cui si esibiva (o meglio, in cui veniva esibita). L’evento testimonia l’importanza del Cinema come documento, come prova di un fatto realmente accaduto: leggenda vuole che Thomas Edison, nel pieno della sua “Guerra delle correnti” contro il più giovane Nikola Tesla, avesse fatto giustiziare l’elefante tramite corrente alternata al fine di dimostrarne la pericolosità. La guerra tra corrente continua, sostenuta da Edison, e corrente alternata, cavallo di battaglia di Tesla, tuttavia, si era già conclusa da anni, vedendo la sostanziale sconfitta di Edison, che troppo si era impuntato su una distribuzione elettrica che non avrebbe permesso il grande sviluppo industriale globale oggi in essere. Electrocuting an Elephant, il corto documentario che, sfatiamo un altro mito, non è stato girato da Edison in persona, dimostra come le accuse mosse all’inventore americano fossero infondate: il fatto che all’esecuzione fossero presenti 1500 spettatori paganti è triste e va registrato, ma è cruciale sottolineare che l’elefante non fu ucciso con una scossa di 6600 volt al fine di prevalere sull’avversario Tesla, ma perché, al netto dei metodi dell’epoca, la scossa era il metodo più immediato, forse il più “umano” che i padroni del Luna Park potessero scegliere. Il filmato, destinato ad arricchire la collezione di pellicole destinate alla distribuzione nelle sale di kinetoscopi (strumenti di visione ideati da Edison), è altresì un documento interessante a fini storico-scientifici: dalle immagini possiamo distinguere chiaramente i calzari in rame fatti indossare all’animale, le imbragature, la gomena da nave usata per immobilizzarlo.

È vero dunque che, durante la “Guerra delle correnti”, Edison aveva usato gatti, bovini e persino un cavallo per dimostrare le pecche della corrente alternata, ma quella di Topsy è solo la triste storia di un elefante trovatosi nel posto sbagliato al momento sbagliato, e proprio questo ne fa uno degli animali più ricordati sui manuali di cinema e non solo, motivo per cui riportiamo di seguito il musical dedicato al pachiderma nella serie animata Bob’s Burgers, a perenne ricordo di chi non poté sottrarsi a una terribile fine.


Clicca qui per continuare a leggere l’articolo.

L’articolo è stato pubblicato il 13 novembre 2017 sul sito http://inchiostro.unipv.it/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...